Estrazione Lotteria 2019

Ieri, 30 Luglio 2019, è avvenuta l’estrazione dei biglietti vincenti della Lotteria per i Festeggiamenti in onore della SS. Maria della Neve.

I biglietti vincenti sono:

1° premio che consiste in un orologio da polso “Philip Watch Caribe”: A077

2° premio che consiste in un orologio da polso “Breil Tribe” donna: F806

3° premio che consiste in un quadro a rilievo in foglia d’argento raffigurante “la maternità”: B465

4° premio che consiste in una trapunta “Scaldotto Caleffi”: E556.

I premi dovranno essere ritirati entro 30 giorni dall’estrazione, come da bando, chiamando prima il numero 0815962268.

Festa della Madonna della Neve 2019

 

Messaggio del Parroco

“Quale grande amore ci ha donato il Padre per essere chiamati figli Suoi, e lo siamo realmente.”

Con queste parole, l’evangelista San Giovanni, presenta ai suoi lettori una realtà vertiginosa: l’amore infinito di Dio, ci ha resi figli Suoi.
Non più solo creature, dunque, ma figli, con lo statuto di figli, con la benevolenza che si rivolge ai figli, con l’eredità che si offre ai figli…
In tale contesto, in tale quadro, l’umanità figlia di Dio può esultare continuamente, godere, sperare. Soprattutto amare. E’ tipico dei figli ricambiare l’amore che il Padre dona.
Ma ecco ancora un’aggiunta, ovvia e imprescindibile.
I figli non vengono generati solo dal padre, ma anche dalla madre.
Il Padre Che è nei Cieli, per renderci davvero figli Suoi, ha voluto la collaborazione di una Donna, che Gli fosse Sposa e che divenisse Madre feconda di una moltitudine infinita di figli.

Maria Santissima ha ricevuto da Dio tale ruolo, tale investitura e, a larghe mani, ci dona la Sua maternità, perché conosce meglio di chiunque altro i bisogni dell’umanità.

Carissimi fratelli e sorelle di Ponticelli, è da tale realtà che nasce, nel corso dei secoli, la nostra tipica venerazione mariana.
I Ponticellesi, forti del loro retto intuito per le cose divine, hanno saputo tributare a Maria, dopo il Padre, il culto della lode. Benedetto Popolo di Dio che ha scelto di percorrere le vie della vita in compagnia del Cielo, a cui rivolgersi con fiducia, quando dalle strade e dai vicoli del nostro quartiere volgiamo in alto lo sguardo per fissarlo negli occhi della Mamma che passa, collocata su un trono che tocca il cielo, Pellegrina di pace e di amore.
Quest’anno, ancora come sempre, facciamo degne opere di accoglienza alla Vergine che ci visita.
Pur di sentirci protetti dal Suo amore di Madre, tagliamo con gli impegni, le vacanze ed ogni altra occupazione.
La Mamma celeste ci guarderà, ci guiderà, ci proteggerà e traccerà i passi del nostro cammino, perché possa diventare solida costruzione, sulla Roccia Che è Cristo, del Regno di Dio.

Auguri vivissimi di buona Festa!

Don Marco Liardo

 

Programma completo dei festeggiamenti pdf: Libretto festa MdN

 

Auguri del Parroco

Carissimo fratello e carissima  sorella,

Spesso, nel cammino della vita ti può essere capitato di cadere, di sentirti annegare. Sono i momenti in cui si cerca la pace, ma ti accorgi di essere soltanto triste, perché alle tue attese arrivano risposte deludenti.

Ho la gioia di poterti annunciare una grande notizia: quella pace che cerchi è già a tua disposizione e non devi affannarti per raggiungerla!

Ti ha raggiunto prendendo il volto di un Bambino.

Gesù è Colui di cui abbiamo bisogno: il Solo, l’Unico.

Ti chiede solo di aprire il tuo cuore all’ascolto della Sua parola. E Lui fa così perché sa bene cosa porti dentro il cuore; sa benissimo ciò ti serve, perché è il tuo Creatore.

Ti faccio una proposta: metti da parte la tristezza e scegli Gesù.

La fiducia che darai a Lui si chiama Fede. La prospettiva che attendi che si risolva, si chiama Speranza. La risposta che dovrai dare, si chiama Amore.

Vivendo la Fede, la Speranza e l’Amore sarai una persona nuova e la vera gioia entrerà per sempre in te, illuminando ogni angolo del tuo essere.

Se crederai in Gesù, vedrai miracoli.

Buon Natale!

Don Marco

 

Auguri di Natale

PREGHIERA DI ACCOMPAGNAMENTO PER L’ANNO PASTORALE

MARIA, VERGINE DELLA NOTTE

 

Santa Maria, Vergine della notte, 

noi t’imploriamo di starci vicino 

quando incombe il dolore, irrompe la prova, 

sibila il vento della disperazione, 

o il freddo delle delusioni o l’ala severa della morte. 

Liberaci dai brividi delle tenebre. 

Nell’ora del nostro calvario, 

Tu, che hai sperimentato l’eclissi del sole, 

stendi il tuo manto su di noi,

sicché, fasciati dal tuo respiro, 

ci sia più sopportabile la lunga attesa della libertà. 

Alleggerisci con carezze di Madre la sofferenza dei malati. 

Riempi di presenze amiche e discrete

il tempo amaro di chi è solo. 

Preserva da ogni male i nostri cari 

che faticano in terre lontane e conforta, 

col baleno struggente degli occhi, 

chi ha perso la fiducia nella vita. 

Ripeti ancora oggi la canzone del Magnificat, 

e annuncia straripamenti di giustizia 

a tutti gli oppressi della terra. 

Se nei momenti dell’oscurità ti metterai vicino a noi 

le sorgenti del pianto si disseccheranno sul nostro volto.

E sveglieremo insieme l’aurora. 

Così sia.

(Mons. Tonino Bello)