Devozione alla Madonna della Neve

Carissimi e carissime,

tutti sapete che per noi il giorno 5 ogni mese risveglia la devozione alla Madonna della Neve.

Nell’anno giubilare 500esimo della nostra Basilica, il Vaticano concede L’INDULGENZA a chi viene in chiesa in data 5 di ogni mese da giugno a maggio del prossimo anno, partecipa alla Santa Messa, si confessa, e prega secondo le intenzioni di Papa Francesco.

Con questo messaggio faccio presente che troverete in Basilica dei sacerdoti per poter ascoltare le vostre confessioni ogni 5 del mese. Vi aspettiamo sia di mattina, sia nel pomeriggio, che la sera.

Cinquecentesimo anniversario della amata S.Maria della Neve

Carissime e carissimi,

Da 500 anni la nostra Basilica è un punto di riferimento forte e diffusivo della devozione alla Madre di Dio.

I nostri padri e le nostre madri nella fede promossero nelle contrade di Ponticello (allora si diceva così) un culto filiale e riconoscente a Maria, la Mamma di Gesù, venerandoLa col nome di Santa Maria della Neve.

Il Papa di allora, Leone decimo, confermò con una lettera il culto. Quella lettera porta la data del 22 Maggio 1520.

Con gratitudine a Dio e a Maria Santissima, vi avviso che venerdì 22 Maggio 2020, alle ore 19, in nostro Arcivescovo, Cardinale Crescenzio Sepe, presiederà in Basilica la Santa Messa per l’inizio dell’anno Giubilare.

Date le difficoltà legate alla pandemia, sarà possibile seguire la celebrazione con la telecronaca diretta sul canale YouTube. L’anno Giubilare, anche se in forme idonee al rispetto delle regole da osservare per evitare il rischio di contagio da covid 19, avrà celebrazioni ed eventi di cui vi metteremo al corrente progressivamente. Potrete beneficiare della Indulgenza plenaria concessa dal Vaticano, ogni 5 dei mesi da Giugno 2020 a Maggio 2021.
Lodiamo il Signore Gesù! Viva Maria!

Don Marco Liardo

Estrazione Lotteria 2019

Ieri, 30 Luglio 2019, è avvenuta l’estrazione dei biglietti vincenti della Lotteria per i Festeggiamenti in onore della SS. Maria della Neve.

I biglietti vincenti sono:

1° premio che consiste in un orologio da polso “Philip Watch Caribe”: A077

2° premio che consiste in un orologio da polso “Breil Tribe” donna: F806

3° premio che consiste in un quadro a rilievo in foglia d’argento raffigurante “la maternità”: B465

4° premio che consiste in una trapunta “Scaldotto Caleffi”: E556.

I premi dovranno essere ritirati entro 30 giorni dall’estrazione, come da bando, chiamando prima il numero 0815962268.

Festa della Madonna della Neve 2019

 

Messaggio del Parroco

“Quale grande amore ci ha donato il Padre per essere chiamati figli Suoi, e lo siamo realmente.”

Con queste parole, l’evangelista San Giovanni, presenta ai suoi lettori una realtà vertiginosa: l’amore infinito di Dio, ci ha resi figli Suoi.
Non più solo creature, dunque, ma figli, con lo statuto di figli, con la benevolenza che si rivolge ai figli, con l’eredità che si offre ai figli…
In tale contesto, in tale quadro, l’umanità figlia di Dio può esultare continuamente, godere, sperare. Soprattutto amare. E’ tipico dei figli ricambiare l’amore che il Padre dona.
Ma ecco ancora un’aggiunta, ovvia e imprescindibile.
I figli non vengono generati solo dal padre, ma anche dalla madre.
Il Padre Che è nei Cieli, per renderci davvero figli Suoi, ha voluto la collaborazione di una Donna, che Gli fosse Sposa e che divenisse Madre feconda di una moltitudine infinita di figli.

Maria Santissima ha ricevuto da Dio tale ruolo, tale investitura e, a larghe mani, ci dona la Sua maternità, perché conosce meglio di chiunque altro i bisogni dell’umanità.

Carissimi fratelli e sorelle di Ponticelli, è da tale realtà che nasce, nel corso dei secoli, la nostra tipica venerazione mariana.
I Ponticellesi, forti del loro retto intuito per le cose divine, hanno saputo tributare a Maria, dopo il Padre, il culto della lode. Benedetto Popolo di Dio che ha scelto di percorrere le vie della vita in compagnia del Cielo, a cui rivolgersi con fiducia, quando dalle strade e dai vicoli del nostro quartiere volgiamo in alto lo sguardo per fissarlo negli occhi della Mamma che passa, collocata su un trono che tocca il cielo, Pellegrina di pace e di amore.
Quest’anno, ancora come sempre, facciamo degne opere di accoglienza alla Vergine che ci visita.
Pur di sentirci protetti dal Suo amore di Madre, tagliamo con gli impegni, le vacanze ed ogni altra occupazione.
La Mamma celeste ci guarderà, ci guiderà, ci proteggerà e traccerà i passi del nostro cammino, perché possa diventare solida costruzione, sulla Roccia Che è Cristo, del Regno di Dio.

Auguri vivissimi di buona Festa!

Don Marco Liardo

 

Programma completo dei festeggiamenti pdf: Libretto festa MdN

 

Programma Festeggiamenti 2018